Ammontare raccolto:

€ 0

Minimo

€ 0

100%
50%

Massimo

€ 0

Obiettivo:

€ 

Scadenza:

0 giorni

Numero investitori:

0

Investitore professionale:

NO

Condividi su:

  Rendimento finanziario atteso:


  Rientro del capitale:


  Incentivo fiscale:


  Impatto ambientale:


  Impatto sociale:

Investimento minimo:


  Investimento massimo:


  Valore pre-money:


  % ceduta della società:


  Categorie di azioni:

Partner

Per seguire gli aggiornamenti sul progetto registrati!

Dopo la prima campagna del 2019 conclusa con una raccolta di € 649.000 e i buoni risultati previsti per il 2020, Green Arms torna con una nuova campagna per supportare la sua crescita.

Green Arms è una realtà che vuole diffondere in Italia un modello innovativo di energia condivisa, che permetta a cittadini e imprese di investire in modo diretto in progetti di produzione energetica 100% rinnovabile. Green Arms espande il modello di condivisione già sviluppato e validato dai proponenti con le iniziative di Energia Positiva (2015) ed EPco (2019). Attraverso queste due cooperative, che aggregano oggi oltre 650 soggetti, cittadini e imprese possono sottoscrivere quote di impianti “rinnovabili”, abbattendo direttamente il costo delle loro bollette. Il loro investimento viene, però, limitato dal loro consumo energetico annuale. Con Green Arms si fa un ulteriore passo in avanti verso la condivisione energetica e la partecipazione dei cittadini alla de-carbonizzazione del mix energetico nazionale. I promotori, infatti, offrono a tutti la possibilità di partecipare, investire e guadagnare da investimenti in energia pulita (prevalentemente impianti fotovoltaici ed idroelettrici), anche senza lo sconto in bolletta. L’apertura con cui Green Arms approccia il mercato è, dunque, totalmente innovativa e vuole essere la dimostrazione che il coinvolgimento dei cittadini risulta sempre più strategico per il raggiungimento dei target di sostenibilità definiti a livello nazionale, europeo e globale. Green Arms offre a chi investirà in questa campagna rendimenti attesi decisamente interessanti legati agli investimenti in energia pulita. La struttura ha anche scelto di remunerare gli investitori crowd con un meccanismo di distribuzione degli utili etico e volto a tutelare gli investitori più piccoli. Nella sezione OFFERTA tutti i dettagli dell’iniziativa. Ecomill_progetto Green Arms 2

Promotori

Green Arms nasce per volontà dei suoi promotori per dare ai cittadini e ai piccoli investitori la possibilità di partecipare in modo diretto al mondo degli investimenti nelle energie rinnovabili ed il suo modello nasce direttamente dall’esperienza maturata dai suoi fondatori nello sviluppo delle seguenti attività:
  • Energia Positiva è una startup innovativa, attiva dal 2015, che offre ai cittadini la possibilità di diventare titolari di un impianto “virtuale” di energia 100% rinnovabile, aiutandoli a ridurre i costi delle loro bollette e a generare effetti positivi sull’ambiente. La condivisione energetica di Energia Positiva ha permesso alla società di raccogliere sul mercato più di 6 milioni di euro (usati per acquisire oltre 20 impianti) e di aggregare circa 520 soci.
  • Energy Prosumer Company - o EPco -: è una società di recente creazione che segue gli stessi principi di Energia Positiva, rivolgendosi questa volta a piccole e medie imprese e ad organizzazioni del terzo settore. Il suo obiettivo è quello di permettere alle attività che non possono dotarsi di un proprio impianto “fisico” di avere una compensazione dei consumi energetici con una produzione 100% rinnovabile equivalente, derivante da impianti di proprietà della cooperativa e messi in condivisione tra i propri soci.
I promotori hanno quindi una rilevante esperienza in termini di acquisizione e gestione di impianti di energia rinnovabile che rafforza la solidità del business plan proposto.  

Modello di business

Green Arms propone un modello innovativo, in grado di remunerare e premiare i soci che decideranno di partecipare in maniera del tutto unica sul mercato. Green Arms è un veicolo di investimento focalizzato sulla condivisione energetica e la sostenibilità ambientale, capace di aggregare soggetti di diversa natura e con diversi obiettivi e priorità, dai piccoli risparmiatori agli investitori più strutturati. Le attività di Green Arms consistono in:
  • finanziare acquisizioni di impianti di produzione di energia rinnovabile già allacciati sul mercato secondario italiano che beneficiano degli incentivi GSE;
  • sviluppare e realizzare nuovi impianti di produzione di energia 100% rinnovabile
Per dare solidità e supporto al percorso di crescita della società, i promotori di Green Arms presentano un piano industriale che contempla l’acquisto di impianti già opzionati sul mercato secondario (con convenzione GSE - incentivi) e un pacchetto di impianti da realizzare ex-novo, all’interno del Decreto FER1. In particolare, questo secondo gruppo si riferisce alle future installazioni di impianti fotovoltaici su tetto, anche in sostituzione di attuali coperture in amianto o eternit. Ciò crea una base concreta di operatività e di redditività che permetterà, nel tempo, di continuare agevolmente nello sviluppo della società. Si veda la sezione Utilizzo fondi e piano di investimento in . Gli impianti di energia rinnovabile acquisiti o realizzati verranno successivamente mantenuti a reddito della società o venduti a terzi. I ricavi della società derivano quindi da:
  • vendita di energia e, per gli impianti che ne beneficiano, da incentivo GSE - impianti che verranno mantenuti a reddito della società;
  • cessione degli impianti a terzi soggetti (attività di trading)
Ecomill_progetto Green Arms 2 Green Arms potrà cedere parte degli impianti acquisiti o realizzati sia alle cooperative Energia Positiva che EPco, mercato “interno” di grande potenziale richiesta. Ciò non garantirà solo a Green Arms ricavi da future cessioni, ma permetterà di supportare ed espandere le cooperative ed i loro attuali modelli di energia condivisa. Gli utili generati complessivamente dalle attività core di Green Arms verranno distribuiti agli investitori attraverso un meccanismo di distribuzione dei dividendi volto a tutelare gli investitori crowd (i più piccoli). Si invita a visionare la sezione per maggiori dettagli.  

Risultati raggiunti

Dopo aver chiuso con successo la sua prima campagna di crowdfunding a dicembre 2019 raccogliendo € 649.000 da quasi 70 investitori, Green Arms ha avviato le sue attività sul mercato. I principali sviluppi del 2020 sono stati:
  • giugno 2020: si concretizza la prima acquisizione, Green Arms acquisisce la GEM Power S.r.l., società titolare di tre impianti idroelettrici siti in Liguria, due situati nel comune di Isola del Cantone (GE) e uno a Ponte di Nava (IM);
  • ottobre 2020: Green Arms cede l’impianto di Ponte di Nava alla cooperativa Energia Positiva, in relazione alla sua attività di trading.
  • dicembre 2020: acquisizione di ulteriori due impianti fotovoltaici già allacciati e con convenzione GSE (II° conto Energia) situati in Piemonte (CN), per una potenza complessiva di 438 kW.
Ecomill_progetto Green Arms 2 Nonostante il periodo difficile legato alla pandemia del 2020, Green Arms è riuscita a rispettare quanto previsto nel suo business plan. La società ha acquisito 3 impianti per una capacità produttiva totale di oltre 2,5 GWh/anno e, grazie ai ricavi derivanti dalla vendita di energia e dalla sua attività di trading, prevede di chiudere il 2020 con un attivo totale pari a € 2,3 milioni, ricavi pari a € 250.000 e un utile netto di € 83.000, per un ROE del 9,8%. Ecomill_progetto Green Arms 2

Roadmap

  • Agosto 2019: viene formalmente fondata e costituita a Torino la società Green Arms s.r.l.
  • Dicembre 2019: chiusura prima campagna di crowdfunding, con una raccolta di € 649.000
  • Giugno 2020: acquisizione della GEM Power S.r.l. - società titolare di tre impianti idroelettrici siti in Liguria -
  • Ottobre 2020: Cessione di uno dei tre impianti alla cooperativa Energia Positiva, in relazione alla sua attività di trading.
  • Dicembre 2020: apertura di una seconda campagna di raccolta equity, finalizzata allo sviluppo di un nuovo piano industriale
  • Dicembre 2020: chiusura primo esercizio operativo: utile netto pari a € 83.000 e ROE del 9,8%
  • Febbraio 2021: presentazione a registro GSE dei progetti fotovoltaici da realizzare ex-novo
  • Aprile 2021: acquisizione dell'impianto idroelettrico sul mercato secondario
  • Maggio 2021: start iter di conversione in PMI innovativa, al fine di redistribuire ai soci gli utili prodotti a partire dal 2022
  • Secondo semestre 2021: realizzazione ed allaccio nuovi impianti fotovoltaici - registro FER1
  • Possibile recupero del capitale investito (Exit) tramite quotazione della società su un mercato regolamentato o liquidazione tramite la vendita di tutti gli asset posseduti a soggetti terzi (potrebbero anche essere le cooperative Energia Positiva ed Energy Prosumer Company).
Ecomill_progetto Green Arms 2 La nuova campagna di Green Arms è basata su un business plan conservativo che tiene conto del contesto particolare che stiamo vivendo a causa dell’epidemia di Covid. In particolare, la società si pone l’obiettivo di sviluppare un piano di investimenti di circa 2.000.000 euro. Il principale obiettivo a medio termine di Green Arms, a differenza di tante altre startup sul mercato, è quello di riuscire a creare un business etico, duraturo e finanziariamente stabile nel tempo, capace di generare benefici economici per i propri soci e benefici ambientali nei territori in cui insistono gli impianti. I promotori sono fermamente convinti che le rinnovabili, l'efficienza energetica e, più in generale, la sostenibilità ambientale siano un mercato in costante crescita, supportato da un forte sviluppo tecnologico e in grado di creare concrete opportunità di occupazione futura.

Perché investire

In un momento storico che ci vede misurarci con problematiche fino a ieri inimmaginabili (es: attuale crisi sanitaria), probabili cause di grandi incertezze e volatilità sul futuro di molte tipologie di attività economica, Green Arms propone investimenti legati ad asset energetici che appartengono all’economia reale e produttiva, capaci di generare ricavi e flussi di cassa prevedibili e rendimenti economici interessanti per i propri soci, con un profilo di rischio contenuto. A dimostrazione di quanto sopra, si veda il risultato che Green Arms è stata in grado di raggiungere nel 2020, nonostante le tante difficoltà del periodo storico, subendo in minima parte fluttuazioni di mercato e problematiche di carattere operativo. A rafforzare tutto ciò, c’è la visione innovativa con cui Green Arms vuole approcciare il mercato delle rinnovabili: quella della public company, ossia una struttura che opera in un settore tradizionale ma che vuole aprirsi alla partecipazione delle persone e degli utenti, il vero fulcro del suo modello di business. Investendo in Green Arms si sceglie in modo diretto, informato e consapevole dove collocare il proprio denaro, sapendo che verrà utilizzato per generare un impatto ambientale positivo: produzione di energia rinnovabile attraverso impianti localizzati in Italia. Green Arms è una realtà solida che ha alle spalle l’esperienza, le competenze ed il successo di Energia Positiva e di EPco, principali strutture promotrici del progetto ed il piano di sviluppo che propone agli investitori risulta stabile e scalabile nel tempo, prevedendo un percorso di crescita delineato da obiettivi di rendimento costanti e a medio-lungo termine per i propri soci.  

Impatto ambientale

Ecomill_progetto Green Arms 2 L’iniziativa di Green Arms, oltre a offrire ritorni economici interessanti, permette ai propri soci anche di:
  • supportare lo sviluppo delle energie rinnovabili e la conseguente Transizione Energetica in atto nel nostro Paese, dandole nuovo impulso direttamente “dal basso”;
  • ridurre le emissioni di CO2 nel comparto della produzione energetica nazionale.
Se l’obiettivo massimo di raccolta di € 1,5 milioni verrà raggiunto (come da Business Plan disponibile in sezione DOCUMENTI), Green Arms prevede di acquisire e realizzare entro la fine del 2021 impianti che, una volta a regime, produrranno oltre 6,5 GWh all’anno (inclusi gli impianti già acquisiti) di energia elettrica pulita per i prossimi 20-25 anni. Ciò equivale a:
  • un consumo annuo di circa 2.400 famiglie*;
  • un risparmio annuo di emissioni CO2 pari a circa 2.800 ton**, equivalente all’assorbimento di circa 93.000 alberi***.
Nel quinquennio 2021-2025 gli impianti produrranno un totale di energia stimabile in 33,3 GWh. * Assumendo un consumo medio standard per famiglia pari a 2700 kWh/anno – Fonte: Dati GSE **Assumendo un risparmio di CO2 per kWh prodotto pari a 0,433 Kg – Fonte: Dati Ispra 2017 ***Assumendo un assorbimento annuo di CO2 da parte delle piante pari a 30 Kg – Fonte: Studio “Robust Response of Terrestrial Plants to Rising CO2” di maggio 2019  

Impatto sociale

Il modello di energia condivisa promosso da Green Arms è innovativo anche da un punto di vista sociale, in quanto:
  • diffonde un modello di impresa innovativo che permette il coinvolgimento diretto (sotto forma di partecipazione ed investimenti) nel mercato delle energie rinnovabili anche ai piccoli investitori/risparmiatori - soggetti finora rimasti esclusi dal settore -, offrendo una più equa redistribuzione dei ritorni economici da essi derivanti;
  • propone la condivisione degli asset energetici diffusi sul territorio italiano, capaci di sfruttare risorse naturali appartenenti alle diverse comunità, attraverso un modello premiante per il socio investitore;
  • contribuisce a diffondere la consapevolezza dell’importanza della tutela ambientale e a creare una nuova cultura sociale fortemente relazionata con i temi della condivisione e della sostenibilità.
Per sapere di più sul progetto e conoscere i dettagli dell’offerta registrati!
Per sapere di più sul progetto e scaricare i documenti registrati!
Per fare una domanda al progettista registrati!
  
Richiedi Informazioni

Presto il consenso all’invio di newsletter

Logo Ecomill Crowdfunding

Se vuoi rimanere informato sulle nostre attività,
iscriviti alla nostra newsletter: