Ammontare raccolto:

€ 0

Minimo

€ 0

100%
50%

Massimo

€ 0

Obiettivo:

€ 

Scadenza:

0 giorni

Numero investitori:

0

Investitore professionale:

NO

Condividi su:

  Rendimento finanziario atteso:


  Rientro del capitale:


  Incentivo fiscale:


  Impatto ambientale:


  Impatto sociale:

Investimento minimo:


  Investimento massimo:


  Valore pre-money:


  % ceduta della società:


  Categorie di azioni:

Partner

Per seguire gli aggiornamenti sul progetto registrati!
Green Arms è una realtà che, dal 2019, punta a diffondere in Italia un innovativo modello di energia condivisa, che permetta a cittadini e imprese di investire in modo diretto in progetti di produzione energetica 100% rinnovabile. Green Arms espande il modello di condivisione già sviluppato e validato dai proponenti con le iniziative di Energia Positiva (2015) ed EPco (2019). Attraverso queste due cooperative, che aggregano oggi oltre 750 soggetti, cittadini e imprese possono sottoscrivere quote di impianti “rinnovabili”, abbattendo direttamente il costo delle bollette.

Con Green Arms si fa un ulteriore passo in avanti verso la condivisione energetica e la partecipazione dei cittadini alla decarbonizzazione del mix energetico nazionale. L’obiettivo, infatti, è offrire a tutti la possibilità di partecipare, investire e guadagnare da investimenti in energia pulita (prevalentemente impianti fotovoltaici ed idroelettrici), anche senza la corrispondenza con una bolletta. L’apertura con cui Green Arms approccia il mercato è dunque totalmente innovativa e vuole essere la dimostrazione che il coinvolgimento dei cittadini risulta sempre più strategico per il raggiungimento dei target di sostenibilità definiti a livello nazionale, europeo e globale.

Green Arms ha dimostrato a chi ha già investito nelle campagne precedenti di poter raggiungere importanti risultati economici annuali e vuole continuare a permettere, a chi investirà in questa quarta campagna di raccolta, di partecipare ad un business in grado di generare rendimenti attesi decisamente interessanti legati ad investimenti in energia pulita. La struttura ha anche scelto di remunerare gli investitori crowd con un meccanismo di distribuzione degli utili etico e volto a tutelare gli investitori più piccoli.

Nella sezione OFFERTA tutti i dettagli dell’iniziativa.
Ecomill_progetto Green Arms 3


Promotori

Green Arms nasce per la volontà dei suoi promotori di dare ai cittadini e ai piccoli investitori la possibilità di partecipare in modo diretto al mondo delle energie rinnovabili ed il suo modello nasce direttamente dall’esperienza maturata dai suoi fondatori nello sviluppo delle seguenti attività:
  • Energia Positiva è una PMI innovativa, nata nel 2015, che offre ai cittadini la possibilità di diventare titolari di un impianto “virtuale” di energia 100% rinnovabile, aiutandoli a ridurre i costi delle loro bollette e a generare effetti positivi sull’ambiente. La condivisione energetica di Energia Positiva ha permesso alla società di raccogliere sul mercato più di 7,6 milioni di euro (impiegati per acquisire oltre 25 impianti) e di aggregare circa 620 soci, in prevalenza soggetti privati e famiglie;
  • Energy Prosumer Company - o EPco è una società di recente creazione che segue gli stessi principi di Energia Positiva, rivolgendosi questa volta a piccole e medie imprese e ad organizzazioni del terzo settore. Il suo obiettivo è quello di permettere alle attività che non possono dotarsi di un proprio impianto “fisico” di avere una compensazione dei consumi energetici con una produzione 100% rinnovabile equivalente, derivante da impianti di proprietà della cooperativa e messi in condivisione tra i soci.
I promotori hanno quindi una rilevante esperienza in termini di acquisizione e gestione di impianti di energia rinnovabile, il che rafforza la solidità del business plan proposto.  

Modello di business

Green Arms propone un modello innovativo, in grado di remunerare e premiare i soci che decideranno di partecipare in maniera del tutto unica sul mercato.   È un veicolo di investimento focalizzato sulla condivisione energetica e la sostenibilità ambientale, capace di aggregare soggetti di diversa natura e con diversi obiettivi e priorità, dai piccoli risparmiatori agli investitori più strutturati.   Le attività di Green Arms consistono in:
  • finanziare acquisizioni di impianti di produzione di energia rinnovabile già installati ed allacciati sul mercato secondario italiano, che beneficiano degli incentivi GSE;
  • sviluppare e realizzare nuovi impianti di produzione di energia 100% rinnovabile.

Piano industriale

Per dare solidità e supporto al suo percorso di crescita, i promotori di Green Arms presentano un piano industriale che contempla l’acquisto di impianti già opzionati sul mercato secondario (con convenzione GSE - incentivi) e un pacchetto di n. 2 impianti da realizzare ex-novo, inseriti con successo all’interno dei registri 2021 del Decreto FER1.   Nel primo gruppo vengono ricomprese le seguenti operazioni di acquisizione attualmente in essere:
  • 4 impianti idroelettrici su canale in provincia di Alessandria (per complessivi > 300 kW di capacità installata) con convenzioni GSE in essere - scadenza 2036;
  • 8 impianti FTV su tetti di edifici pubblici in provincia di Como (per complessivi 250 kWp di capacità installata) con convenzione GSE in essere - scadenza 2030.
  Il secondo gruppo, invece, risulta costituito da:
  • 1 impianto fotovoltaico su tetto di edificio industriale in provincia di Torino (circa 625 kWp);
  • 1 impianto idroelettrico su torrente in provincia di Parma (potenza media di concessione circa 130 kW);
  • 1 impianto biogas agricolo in provincia di Verbania (99 KW);
  • 1 impianto di produzione di biometano liquido in provincia di Mantova (> 300 Kg/h).

Ecomill_progetto Green Arms 3

Questi impianti, già da soli, creano una concreta base di operatività e di redditività potenziale futura della società e dei soci. Si veda, a tal proposito, la sezione Utilizzo fondi e piano di investimento.

Gli impianti di energia rinnovabile acquisiti o realizzati verranno successivamente mantenuti a reddito dalla società o venduti a terzi.

Gli attuali e futuri ricavi di Green Arms derivano quindi da:
  • vendita di energia e, per gli impianti che ne beneficiano, da incentivo GSE - di proprietà (diretta o tramite società controllate) che verranno mantenuti a reddito;
  • cessione degli impianti a terzi soggetti (attività di trading).

Ecomill_progetto Green Arms 3
In particolare, Green Arms potrà cedere parte degli impianti acquisiti o realizzati alle cooperative Energia Positiva ed EPco, mercato “interno” di potenziale richiesta. Ciò non garantirà solo a Green Arms ricavi da future cessioni, ma permetterà di supportare ed espandere le attività delle cooperative di utenza, il numero di soggetti aderenti (soci) ed i loro modelli di energia condivisa.

Gli utili generati complessivamente dalle attività core di Green Arms verranno distribuiti agli investitori attraverso un meccanismo di distribuzione dei dividendi volto a premiare i già soci e a tutelare i nuovi investitori crowd (i più piccoli).

Si invita a visionare la sezione OFFERTA per maggiori dettagli 

Risultati raggiunti

Dopo aver chiuso con successo le sue tre prime campagne di crowdfunding raccogliendo sul mercato circa € 2.300.000 da quasi 260 investitori, Green Arms lancia la sua quarta campagna di raccolta di capitale per espandere ulteriormente lo spettro delle proprie attività, alla luce di risultati economici concreti e tangibili che dimostrano la solidità della sua proposta.

I principali sviluppi del 2021 sono stati:  
  • aprile 2021: si concretizza l’acquisizione della società Molezzano Srl, società titolare di un impianto idroelettrico sito in Piemonte, nel comune di Bognanco (VB), in cessione ad Energia Positiva;
  • maggio 2021/1: Green Arms presenta due progetti di sviluppo (n. 1 impianto fotovoltaico in provincia di Torino + n. 1 impianto idroelettrico in provincia di Parma) all’interno del registro FER1 GSE;
  • maggio 2021/2: viene costituita, insieme ad un’azienda agricola della zona del Verbano, Compagnia Verde Soc. Coop. Agricola, veicolo di sviluppo di un impianto di produzione di biogas da reflui zootecnici;
  • giugno 2021/1: Green Arms acquisisce due impianti fotovoltaici già allacciati e con convenzione GSE in essere (II° Conto Energia) situati in provincia di Cuneo, per una potenza complessiva di 438 kWp;
  • giugno 2021/2:Green Arms entra nel capitale della Quadrifoglio società agricola Srl, società che sta sviluppando l’iter autorizzativo per la futura realizzazione di un impianto di produzione di biometano liquido (per autotrazione) in provincia di Mantova;
  • settembre 2021: i due progetti presentati a registro FER1 di maggio vengono approvati dal GSE con una tariffa incentivante ventennale di 85,5 €/MWh per l’impianto fotovoltaico e 151,5 €/MWh per l’impianto idroelettrico, una volta che entreranno in esercizio (realizzazione prevista nell’arco dei prossimi 12-18 mesi).

Ecomill_progetto Green Arms 3
Green Arms ha chiuso l’esercizio 2020 con numeri importanti e sostanzialmente in linea con quanto presentato nella precedente campagna. Nell’immagine di seguito vengono riassunti i principali valori del Bilancio chiuso al 31/12/2020:
Ecomill_progetto Green Arms 3
La società nell’arco del 2021 ha aumentato lo spettro delle proprie attività, soprattutto per quanto riguarda gli sviluppi di impianti futuri, ed acquisito 3 nuovi impianti sul mercato secondario di prossima cessione ad Energia Positiva, in ottemperanza alle proprie attività di trading.
Ecomill_progetto Green Arms 3
La capacità produttiva totale degli impianti oggetto di trading viene stimata intorno a 1,2 GWh/anno.

Grazie ai ricavi derivanti dalla loro cessione e dalla produzione degli impianti di proprietà, Green Arms prevede di chiudere il 2021 con ricavi  pari a circa € 400.000 e un utile netto superiore agli € 200.000, per un ROE prospettico del 9,5%.

Obiettivi di medio termine

 
  • 1° trimestre 2022: chiusura delle due trattative di acquisizione degli impianti già allacciati e con convenzioni GSE in essere (n. 4 idroelettrici su canale + n. 8 fotovoltaici su tetti pubblici).
  • 2° trimestre 2022: eventuale cessione degli impianti acquisiti alle cooperative di utenza (Energia Positiva o EPco) e ricerca nuovi impianti/operazioni in base ai principali sviluppi normativi correlati con la produzione da energie rinnovabili (es: comunità energetiche e bioenergie).
  • 3° trimestre 2022: possibile realizzazione dell’impianto a biogas e start dell’iter di conversione della società da startup a PMI innovativa, attraverso lo sviluppo in-house ed il successivo deposito di software informatico (nuovo gestionale).
  • 4° trimestre 2022: possibile ottenimento delle autorizzazioni necessarie alla costruzione dell’impianto di produzione di biometano liquido in provincia di Mantova ed eventuale lancio di nuovo round di raccolta capitale/debito sul mercato.
  • 1° trimestre 2023: realizzazione dei progetti inseriti nel registro FER1 di maggio 2021 ed approvati dal GSE a fine settembre 2021 (n. 1 fotovoltaico su tetto industriale + n. 1 idroelettrico su torrente). Ottenimento delle necessarie autorizzazioni per la realizzazione dell’impianto di produzione di biogas nel Verbano.

Ecomill_progetto Green Arms 3

La nuova campagna di Green Arms è basata su un business plan conservativo che tiene unicamente conto delle acquisizioni e degli sviluppi presentati. Complessivamente, la società si pone l’obiettivo di attuare un piano di investimenti di circa 4.200.000 euro, di cui 2.200.000 euro finanziati con risorse proprie e 2.000.000 euro reperiti, a titolo di finanziamento, tramite canale bancario o lending da privati.

Il principale obiettivo a medio termine di Green Arms, a differenza di tante altre startup sul mercato, è quello di riuscire a creare un business etico, duraturo e finanziariamente stabile nel tempo, capace di generare benefici economici per i propri soci e benefici ambientali nei territori in cui insistono gli impianti. I promotori sono fermamente convinti che le rinnovabili, l'efficienza energetica e, più in generale, la sostenibilità ambientale siano un mercato in costante crescita, supportato da un forte sviluppo tecnologico in grado di generare concrete opportunità di investimento per la struttura e per tutti i suoi associati, oltreché stimolare futura occupazione.

Perché investire


Ecomill_progetto Green Arms 3
La missione di Green Arms è quella di proporre operazioni legate ad asset energetici che appartengono all’economia reale e produttiva, capaci di generare ricavi e flussi di cassa prevedibili e rendimenti economici interessanti per i suoi soci, mantenendo profili di rischio contenuti.

È una realtà solida che ha alle spalle l’esperienza e le competenze di Energia Positiva e di EPco, principali strutture promotrici del progetto, e il piano di sviluppo che propone agli investitori risulta stabile e scalabile nel tempo, prevedendo un percorso di crescita delineato da obiettivi di rendimento costanti e a medio-lungo periodo.

A dimostrazione della solidità di questa realtà, si veda il risultato che Green Arms è stata in grado di raggiungere con la chiusura del suo Bilancio 2020 che, nonostante le tante difficoltà del periodo storico segnato dall’emergenza sanitaria, segna numeri in linea con quanto previsto dai suoi proponenti.

A rafforzare tutto ciò, c’è la visione innovativa con cui Green Arms vuole approcciare il mercato delle rinnovabili: quella della public company, ossia una struttura che opera in un settore tradizionale ma che vuole aprirsi alla partecipazione delle persone e degli utenti, il vero fulcro del suo modello e del successo del suo operato.

Investendo in Green Arms si sceglie in modo diretto, informato e consapevole dove collocare il proprio denaro, sapendo che verrà utilizzato per generare un impatto ambientale positivo: produzione di energia rinnovabile attraverso impianti localizzati su tutto il territorio italiano.

Il bollino ESG (Enviromental, Social and Governance) confermato da Banca Etica anche per la quarta campagna, certifica ulteriormente la sostenibilità della proposta di Green Arms, delle sue politiche finalizzate alla salvaguardia dell'ambiente, all'etica del lavoro e al risparmio energetico

Concludendo, la scelta di Green Arms di aprire ciclicamente la propria compagine sociale alla partecipazione di nuovi soggetti deriva dalla sua volontà di trovare nuove forme di reperimento del capitale e del debito, in un settore, quello energetico, sempre più di interesse per le persone e cruciale per il futuro di tutti (che necessita di un’importante accelerazione per arginare tempestivamente il cambiamento climatico, riducendo drasticamente le emissioni climalteranti attuali).

Slegarsi dalle classiche dinamiche di funzionamento ed aprirsi alle persone e agli utenti è la vera innovazione che Green Arms porta, ormai da anni e con successo, sul mercato.


Impatto ambientale


Ecomill_progetto Green Arms 3
L’iniziativa di Green Arms, oltre a offrire ritorni economici stabili ed interessanti, permette ai propri soci anche di:  
  • supportare in maniera diretta lo sviluppo delle energie rinnovabili e la conseguente transizione energetica in atto, dandole nuovo impulso direttamente “dal basso”;
  • ridurre le emissioni di CO2 nel comparto della produzione energetica nazionale, attraverso l’installazione di nuova capacità produttiva rinnovabile.
  Grazie agli impianti che già possiede, Green Arms ha prodotto, nel corso del 2021, circa 1,7 GWh di energia da fonte idroelettrica.

Gli impianti intermediati nel corso del 2021 e messi a disposizione delle cooperative di utenza, invece, si stima andranno a produrre, nell’anno in corso, circa 1 GWh di energia da fonte idroelettrica e fotovoltaica.

I numeri relativi alle proiezioni economiche finanziarie, ai rendimenti e all’impatto ambientale dell’offerta, sono riferiti ad una raccolta complessiva di € 1.5 milioni, che include i già raccolti € 0.596 milioni.

Qualora l’obiettivo di raccolta complessivo di € 1,5 milioni, ottenuto come somma del raccolto di fine 2021 (€ 0.596 milioni) e della campagna attuale (circa € 0,9 milioni), fosse raggiunto (come da Business Plan disponibile in sezione DOCUMENTI), Green Arms prevede di acquisire nel corso del 2022 impianti allacciati già in grado di produrre ulteriori 1,2 GWh/anno di energia rinnovabile e di sviluppare, dal 2023, progetti di nuova installazione capaci di generare, una volta entrati a regime, oltre 2 GWh di nuova produzione rinnovabile.

Se l’obiettivo di raccolta complessivo di € 1.5 milioni (incluso i € 0.596 milioni già raccolti) fosse superato, e la presente raccolta raggiungesse invece il massimo possibile di € 1,935 milioni quindi con un raccolto superiore a € 0,9 milioni, Green Arms amplierà proporzionalmente il suo piano di sviluppo individuando e selezionando investimenti aggiuntivi in grado di produrre risultati economici, come redditività per i soci, in linea con quanto indicato nel business plan disponibile nella sezione DOCUMENTI e con analoghi ed importanti risultati ambientali.

Dunque, Green Arms punta ad aggregare, a partire dal 2023, impianti in grado di produrre complessivamente circa 6 GWh di energia elettrica pulita e fossil-free, corrispondente a:  
  • un consumo annuo di circa 2.200 famiglie*;
  • una riduzione annua di emissioni di CO2 pari a circa 2.500 ton**, equivalente all’assorbimento di oltre 85.000 alberi***.
Nel quinquennio 2022-2026 gli impianti sopra menzionati produrranno un totale di energia stimabile in oltre 25 GWh.

Assumendo un consumo medio standard per famiglia pari a 2700 kWh/anno – Fonte: dati GSE **Assumendo un risparmio di CO2 per kWh prodotto pari a 0,433 Kg – Fonte: dati Ispra 2017 ***Assumendo un assorbimento annuo di CO2 da parte delle piante pari a 30 Kg – Fonte: studio “Robust Response of Terrestrial Plants to Rising CO2” di maggio 2019  


Impatto sociale

Il modello di energia condivisa promosso da Green Arms è innovativo anche da un punto di vista sociale, in quanto:
  • diffonde un modello di impresa innovativo che permette la partecipazione diretta (sotto forma di investimento) nel mercato delle energie rinnovabili anche ai piccoli investitori/risparmiatori- soggetti finora rimasti esclusi dal settore, offrendo una più equa redistribuzione dei ritorni economici da essi derivanti;
  • propone la condivisione di asset energetici diffusi sul territorio italiano, capaci di sfruttare risorse naturali appartenenti alle diverse comunità, con la possibilità di loro coinvolgimento diretto;
  • contribuisce a diffondere una nuova cultura finanziaria direttamente relazionata con la tutela e la sostenibilità ambientale, aprendo la possibilità a piccoli e grandi investitori di supportare lo sviluppo di un settore estremamente strategico e cruciale per il futuro di tutti, oltreché redditizio.
 
Vai alla sezione OFFERTA >
Per sapere di più sul progetto e conoscere i dettagli dell’offerta registrati!
Per sapere di più sul progetto e scaricare i documenti registrati!
Per fare una domanda al progettista registrati!
  
Richiedi Informazioni

Presto il consenso all’invio di newsletter
ACCEDI A TELEGRAM
Logo Ecomill Crowdfunding

Se vuoi rimanere informato sulle nostre attività,
iscriviti alla nostra newsletter: